• finestre e porte di legno

i serramenti in legno della falegnameria danesi

Le varie essenze di legno, massello o lamellare, con cui sono realizzati i serramenti in legno alla Falegnameria Danesi, sono già selezionate all’origine mediante severi controlli di qualità, e sono accompagnate da certificazioni specifiche. Giunte in stabilimento vengono ricontrollate a campione con appositi esami e separate per tonalità naturali di colore, in modo da ottenere la massima omogeneità di gradazione per i prodotti finiti.

Per tutte le varie fasi di verniciatura sono utilizzate esclusivamente vernici naturali “all’acqua” di alta qualità, che colorano il legno impregnandone i pori lasciandoli liberi di “respirare”. Si applicano doppie guarnizioni sul telaio, con meccanismi (ferramenta) di chiusura perimetrale di alta qualità, dotati di serie di tutti gli accessori possibili, quali cerniere regolabili, asta a leva su anta ricevente, anta-ribalta, antieffrazione.

I SERRAMENTI IN alluminio-LEGNO DELLA FALEGNAMERIA DANESI

Ogni serramento in alluminio-legno proposto alla Falegnameria Danesi è personalizzabile non solo con i materiali, le finiture e le colorazioni, ma viene realizzato su misura e disegno richiesto dal cliente, diventando così un prodotto unico, perfettamente in sintonia con l’arredo della casa.
Parlando della gamma di colori proposta, dovete sapere che questa spazia dalle verniciature a polveri, alle colorazioni elettrolitiche ottenute mediante ossidazione anodica delle superfici. Tutte le nostre verniciature sono garantite dal marchio Qualicoat e coperte da garanzia decennale.

Infine, per quanto riguarda la posa raso muro, vi informiamo che il serramento è caratterizzato da una anta totalmente a scomparsa dall’esterno e di ridottissime dimensioni nella parte interna, aumentando così la superficie vetrata. La finestra, grazie ad un nuovo controtelaio, viene proposta senza coprifili e cornici integrandosi perfettamente alla parete e scomparendo allo sguardo.

I SERRAMENTI IN pvc DELLA FALEGNAMERIA DANESI

La proposta di serramenti in PVC offerti dalla Falegnameria Danesi prevede una serie di finestre e porte -finestre a battente ad una o più ante apribili, con sistema di tenuta a due o tre guarnizioni.
Per personalizzare ogni serramento la gamma dei profili è estremamente articolata in base al numero di “camere” (5 o 6), alla dimensione della sezione (variabile tra i 76 mm e i 92 mm) e al design delle ante e dei fermavetri.
I serramenti in PVC della Falegnameria Danesi vengono proposti in due colori di base, Bianco ed Avorio. Gli altri colori ed le altre finiture vengono invece realizzate nobilitando la superficie degli estrusi di PVC tramite l’applicazione “a caldo” di un film acrilico. Nel procedimento a caldo si usa un nastro di PVC su cui sono riportate le venature tipiche del legno. A queste sono aggiunte, per rendere ancora più evidente la somiglianza con il modello originale, anche delle goffrature di impatto tattile e visivo davvero piacevole.

Falegnameria Danesi vi offre anche la possibilità di applicare la colorazione “Total Color”, la quale consente di ottenere un infisso completamente “effetto legno”, eliminando in maniera innovativa il contrasto cromatico tra la pellicola effetto legno e il colore in massa del PVC. La pellicola di rivestimento viene applicata all’interno sia del telaio che delle ante dando un effetto sorprendentemente realistico. Grazie al sistema “Total Color” la finestra apparirà come quella in legno anche nelle sua parte interna, combinando il piacevole effetto estetico alle elevate performance tecniche del PVC.

 

Ecco alcuni ottimi motivi per installare una finestra in PVC prodotta dalla Falegnameria Danesi:

  • assenza di manutenzione
  • isolamento termico
  • isolamento acustico
  • assenza di condensa
  • resistenza all'acqua e al vento
  • rispetto dell'ecologia e ambiente

LA DETRAZIONE DEL 65 % PER IL RISPARMIO ENERGETICO

La Detrazione 65% è stata prorogata fino al 31 Dicembre 2014, dal 1° gennaio 2015 invece passa al 50%, l’importo viene restituito in 10 anni, sotto forma di sconto sulle tasse da pagare.

La detrazione si può richiedere per la sostituzione di vecchi infissi, e può includere anche la sostituzione delle chiusure oscuranti (scuri e persiane, ed eventuali altri elementi accessori come per esempio i cassonetti) che può essere messa in detrazione assieme al costo della sostituzione delle finestre.

 

Come fare

Per i serramenti, per compilare la domanda è necessario accertarsi che:

  • l’immobile sia dotato di impianto di riscaldamento (non vanno bene per es. i garage)
  • i serramenti devono delimitare un locale riscaldato verso l’esterno o verso vani non riscaldati
  • i serramenti devono assicurare un valore di trasmittanza termica (Uw) inferiore o uguale al valore di trasmittanza limite riportato in tabella 2 del D.M. 26 gennaio 2010
  • l’intervento deve riguardare la sostituzione di elementi già esistenti (e non come nuova installazione)

Nella detrazione si possono inserire scuri, persiane, avvolgibili, cassonetti (se solidali con l’infisso) e suoi elementi accessori, purché tale sostituzione avvenga simultaneamente a quella degli infissi (o del solo vetro)

 

Documenti necessari

  • la certificazione del produttore dell’infisso nella quale deve essere indicato il valore di trasmittanza dei nuovi infissi (ricavato dalla documentazione tecnica in possesso del cliente evidenziando che i serramenti rispettano il valore di trasmittanza limite riportato in tabella 2 del D.M. 26 gennaio 2010).
  • un documento che attesti il valore di trasmittanza dei vecchi infissi

 

Documenti che bisogna conservare

  • fatture relative alle spese sostenute, che rechino chiaramente separata la voce “manodopera” da quella delle opere
  • ricevuta del bonifico bancario o postale (modalità di pagamento obbligata nel caso di richiedente persona fisica), che rechi chiaramente come causale il riferimento alla legge finanziaria 2007, numero della fattura e relativa data, oltre ai dati del richiedente la detrazione e del beneficiario del bonifico
  • ricevuta dell’invio effettuato all’ENEA (codice CPID), che costituisce garanzia che la documentazione è stata trasmessa

 

Come effettuare il pagamento col bonifico?

Per poter accedere alle detrazioni fiscali del 65% (risparmio energetico) è necessario effettuare i pagamenti a mezzo di speciale bonifico bancario o postale in cui sia ben evidenziato:

  • la legge cui fare riferimento (L. 296/2006)
  • il codice fiscale del beneficiario della detrazione;
  • il codice fiscale oppure la partita IVA del soggetto a cui favore è stato effettuato il bonifico.
  • numero e data della fattura

 

Ecco come fare per presentare la richiesta di detrazione

Per avvalersi dell’agevolazione, è necessario inviare all’Enea la documentazione tecnica entro 90 giorni dalla fine dei lavori.

 

La Falegnameria Danesi fornisce sempre tutta la documentazione necessaria all’invio della pratica, in caso di necessità è inoltre possibile farsi assistere da un nostro tecnico certificatore di fiducia.