• finestre e porte di legno

La detrazione del 65 % per il risparmio energetico

La Detrazione 65% è stata prorogata fino al 31 Dicembre 2014, dal 1° gennaio 2015 invece passa al 50%, l’importo viene restituito in 10 anni, sotto forma di sconto sulle tasse da pagare.

La detrazione si può richiedere per la sostituzione di vecchi infissi, e può includere anche la sostituzione delle chiusure oscuranti (scuri e persiane, ed eventuali altri elementi accessori come per esempio i cassonetti) che può essere messa in detrazione assieme al costo della sostituzione delle finestre.

 

Come fare

Per i serramenti, per compilare la domanda è necessario accertarsi che:

  • l’immobile sia dotato di impianto di riscaldamento (non vanno bene per es. i garage)
  • i serramenti devono delimitare un locale riscaldato verso l’esterno o verso vani non riscaldati
  • i serramenti devono assicurare un valore di trasmittanza termica (Uw) inferiore o uguale al valore di trasmittanza limite riportato in tabella 2 del D.M. 26 gennaio 2010
  • l’intervento deve riguardare la sostituzione di elementi già esistenti (e non come nuova installazione)

Nella detrazione si possono inserire scuri, persiane, avvolgibili, cassonetti (se solidali con l’infisso) e suoi elementi accessori, purché tale sostituzione avvenga simultaneamente a quella degli infissi (o del solo vetro)

 

Documenti necessari

  • la certificazione del produttore dell’infisso nella quale deve essere indicato il valore di trasmittanza dei nuovi infissi (ricavato dalla documentazione tecnica in possesso del cliente evidenziando che i serramenti rispettano il valore di trasmittanza limite riportato in tabella 2 del D.M. 26 gennaio 2010).
  • un documento che attesti il valore di trasmittanza dei vecchi infissi

 

Documenti che bisogna conservare

  • fatture relative alle spese sostenute, che rechino chiaramente separata la voce “manodopera” da quella delle opere
  • ricevuta del bonifico bancario o postale (modalità di pagamento obbligata nel caso di richiedente persona fisica), che rechi chiaramente come causale il riferimento alla legge finanziaria 2007, numero della fattura e relativa data, oltre ai dati del richiedente la detrazione e del beneficiario del bonifico
  • ricevuta dell’invio effettuato all’ENEA (codice CPID), che costituisce garanzia che la documentazione è stata trasmessa

 

Come effettuare il pagamento col bonifico?

Per poter accedere alle detrazioni fiscali del 65% (risparmio energetico) è necessario effettuare i pagamenti a mezzo di speciale bonifico bancario o postale in cui sia ben evidenziato:

  • la legge cui fare riferimento (L. 296/2006)
  • il codice fiscale del beneficiario della detrazione;
  • il codice fiscale oppure la partita IVA del soggetto a cui favore è stato effettuato il bonifico.
  • numero e data della fattura

 

Ecco come fare per presentare la richiesta di detrazione

Per avvalersi dell’agevolazione, è necessario inviare all’Enea la documentazione tecnica entro 90 giorni dalla fine dei lavori.

 

La Falegnameria Danesi fornisce sempre tutta la documentazione necessaria all’invio della pratica, in caso di necessità è inoltre possibile farsi assistere da un nostro tecnico certificatore di fiducia.